IL CANE E IL SUO MONDO 1° Parte di Franco Barsottini

allevamento Bugallo setter inglese bracco francese

Introduzione

I cani sono considerati in tutto il mondo i migliori amici dell’uomo. E’ importante iniziare con questa frase, essa delinea subito l’importanza del rapporto uomo/cane.
Il percorso millenario dell’uomo è stato compiuto in stretta unione con il cane per un  reciproco interesse; l’uomo si è servito del cane per raggiungere obbiettivi quali la caccia, la guardia, ed il cane come contropartita ha ricevuto dall’uomo la possibilità di veder agevolata la propria vita, cibo in abbondanza, calore, riparo.

Fin da piccolo ho avuto la fortuna di convivere con i cani e quando ho potuto la prima cosa che ho fatto ho comprato un cane. Quando alcuni anni or sono ho deciso, con passione, che avrei voluto allevare cani, ho iniziato a farmi una cultura sull’argomento “cane” accorgendomi, pur avendone posseduti diversi, di avere scarse conoscenze in merito.

Ritengo che la conoscenza sia alla base di qualsiasi attività, nei tempi remoti la conoscenza era tramandata per voce dal maestro all’allievo, oggi, con le moderne tecniche di divulgazione la conoscenza si può acquisire dalla lettura di libri, riviste e per ultimo tramite internet.
La conoscenza è sempre stata la base per iniziare una
attività, successivamente, alla conoscenza, deve essere abbinata l’esperienza e quello che fa la differenza sono le capacità di ciascuno di noi.

allevamento del bugallo bracco francese

Le mie letture hanno riguardato le origini del cane, le norme e leggi che ne regolano il possesso, la psicologia, le malattie più comuni, l’allevamento, l’addestramento e le
regole di lavoro.

Devo ammettere che più approfondivo l’argomento e più mi
rendevo conto di quanto poco sapevo, ed ancora oggi ritengo di avere ancora molto da imparare.
Durante il periodo del mio apprendimento mi sono annotato le cose che ritenevo più importanti, successivamente ho integrato i miei appunti con le mie esperienze.

I miei scritti non si pongono l’obbiettivo di essere un trattato di psicologia, cinotecnica o veterinaria, o quant’altro ma attraverso la lettura di questi desidero dare
la possibilità di conoscere questo complesso mondo.

E’ importante che il lettore affronti la lettura degli argomenti tenendo sempre presente che:

– L’educazione del cane è molto utile, ma se non lo è il padrone è inutile.

– Il cane è considerato il miglior amico dell’uomo, e voi vi sentite i migliori amici del cane?

– Il cane ha bisogno dell’uomo, l’uomo deve sapere che ha bisogno del cane.

– Un cane disciplinato è un cane libero (G. Mariani).

– Il cane non è in grado di discriminare ciò che è giusto o sbagliato nella società degli uomini, è vostro compito educarlo ed indirizzarlo.

– Dio creò l’uomo. Poi vedendolo così debole, gli donò il cane (A. Toussenel).

– I difetti del cane sono il frutto degli errori del padrone.

– L’uomo umanizza il cane e il cane rende l’uomo più canino.

– Nessun cane muove la coda per nulla.

– Il cane ha una mente invidiabile; ricorda le belle cose della vita e cancella rapidamente le brutte (Barbara Woodhouse)

– Il cane è sempre senza colpa, il padrone è sempre responsabile del suo comportamento.

– Un cane può costare anche tanto, ma non è sufficiente per farlo scodinzolare.

– Il cane che si prende deve essere per sempre.

– Guarda il tuo cane negli occhi e vedrai che ha un’anima.

– Se il tuo cane non ti corre incontro, cerca di farti un buon esame di coscienza.

– Se vuoi la fiducia del cane, te la devi meritare.

– Accudire un cane non significa domandarsi dove è ma significa sapere dove è.

– Il cane, se gli vuoi bene, deve essere trattato secondo la sua natura, egli non è un essere umano.

– Il padrone ha il dovere di accudire il cane, il cane non ha nessun dovere.

– Il cane non è in grado di provvedere al suo sostentamento, è tuo il dovere di garantirgli un dignitoso vitto, alloggio e cure.

– Il cane non è in grado di evitare tutti i pericoli a cui è soggetto nella nostra civiltà, è tuo compito proteggerlo e metterlo in sicurezza.

– Il cane non usa la parola per esprimersi, per capirlo devi interpretare i suoi messaggi che invia attraverso il suo modo di comunicare.

– Il cane, pur non potendo capire la lingua, è in grado di percepire e memorizzare i suoni emessi che, se ripetuti con coerenza, assumono per lui un particolare significato.

– La capacità d’apprendimento del cane è proporzionale alla tua capacità d’insegnamento.

– Le reazioni di difesa del cane sono sempre riferite alla sua sopravvivenza, come conservazione della specie o al suo benessere personale.

– Il cane è irresponsabile delle sue azioni pertanto è necessario che il padrone né risponda attraverso un’adeguata assicurazione.

…  a breve pubblicheremo i capitoli successivi del testo gentilmente inviato da Franco Barsotti, titolare

ALLEVAMENTO AMATORIALE DEL CANE DA CACCIA
“DEL BUGALLO”

Razze: Setter Inglese – Bracco Francese tipo Pirenei

www.allevamentodelbugallo.it
info@allevamentodelbugallo.it