“STORIE DI UOMINI E CANI” di Luca Davide Enna

Carissimi Amici.

Come vi avevo preannunciato, dopo parecchio lavoro e fatica, il mio libro di racconti “Storie di uomini e cani” è ora disponibile e pronto per essere distribuito a chi ne farà richiesta, direttamente presso la mia
e-mail:
ennaluca@virgilio.it

Storie di uomini e cani Davide Enna

Solitamente siete abituati a trovarmi sul web nella veste di giornalista, opinionista, soprattutto quando mi occupo di politica venatoria. Alcuni, o diversi di voi, hanno avuto anche la ventura di imbattersi nei miei scritti che esulano dalle tematiche sopra accennate.

Su riviste quali: Sentieri di Caccia, Diana, Caccia e Natura, Caccia e Cani, Caccia e Tiro, ecc., sono stati pubblicati alcuni dei miei racconti e qualche amico mi ha consigliato di preparare un lavoro apposito che si occupasse di un settore forse un po’ trascurato – al giorno d’oggi – la narrativa con ambientazione venatoria.

Nei miei racconti, la caccia è anche l’occasione per parlare della gente, degli usi e costumi, della vita quotidiana. L’attività venatoria, infatti, fa parte delle nostre radici e non può essere scissa da ciò che è il nostro “quotidiano”. Dunque, il cacciatore è prima di tutto un uomo, un cittadino, con i suoi dubbi, i suoi affanni, le sue sconfitte e le sue vittorie.

Forse (ma sono di parte) il cacciatore è più fortunato di molti altri, poiché “comprende” ed è compartecipe di quei legami con il Creato che sono quelli con la natura che, in qualche modo, lo rappresenta.

La prima edizione è stata autoprodotta in sole mille copie (per la ristampa cercherò un editore che possa distribuirlo in tutte le librerie, poiché, al momento – a parte la vendita diretta – l’ho distribuito in pochi punti vendita).
Si tratta di un libro contenente ventisette racconti ambientati tra gli anni quaranta e i primi anni settanta. E’ composto da trecentocinquantadue pagine più trenta fotografie in bianco e nero a piena pagina, con copertina cartonata e sovraccoperta.

Parla del nostro mondo, quello delle campagne, della caccia, visto da gente comune, di città e di paese ed è ambientato in quell’Italia che ricordiamo con affetto e nostalgia, carica di valori e speranze.

Mi auguro che i racconti siano di vostro gradimento e, soprattutto, che i messaggi in essi contenuti siano percepiti da tutti i lettori. Ringrazio coloro i quali mi stanno contattando privatamente e quanti lo faranno in seguito e leggeranno ciò che ho scritto, come già hanno fatto altre volte con alcuni dei racconti diffusi sulle nostre riviste di settore. Così come ringrazio quei familiari ed amici e che mi hanno incoraggiato a non desistere nell’opera ed hanno avuto parole di apprezzamento ed esortazione per ciò che mi accingevo a fare.

Cari Saluti
Luca Davide Enna



Per vedere l’intervista effettuata per Sky a Luca Enna da Bruno Modugno cliccare quì