ATLANTE MONDIALE DELLE MIGRAZIONI DEGLI UNGULATI

L’idea è ambiziosa ma la disponibilità di un Atlante Mondiale che individui le migrazioni consentirà di monitorare i corridoi di movimento degli ungulati.

L’iniziativa ha ricevuto l’apprezzamento e la partneship della Convenzione per la Conservazione delle Specie Migratorie della fauna delle nazioni Unite.

Secondo i ricercatori si è all’inizio di uno sforzo epocale ma il lavoro avrà grande impatto nelle scelte naturalistiche del futuro.

Grazie alle informazioni dell’Atlante sarà possibile per esempio individuare i luoghi ove costruire i ponti verdi sulle grandi vie di comunicazione stradali o ferroviarie o aprire durante il periodo migratorio recinzioni esistenti.

Moltissimi scienziati hanno accolto con favore l’iniziativa con grande disponibilità alla collaborazione.