CALABRIA: INCENTIVI AGLI ABBATTIMENTI

E’ stato stipulato un accordo tra ATC e dipartimento dell’Agricoltura che prevede che i costi di abbattimento non siano più a carico dei selettori ma carico della Regione.

E’ questa una iniziativa presa dall’Assessorato all’Agricoltura, e si è resa necessaria per fornire ulteriori strumenti a favore di chi opera per il contenimento della specie cinghiale. Per i mesi di Agosto e Settembre la Regione Calabria in via straordinaria sosterrà i costi al posto dei selettori per le attività ispettive sanitarie di rito.

L’Assessore Gallo ha spiegato che l’Assessorato da lui guidato non vuole lasciare niente di intentato. Dapprima è stato elevato il numero degli abilitati alla caccia di selezione, e questo è stato fatto attraverso numerosi corsi di formazione che hanno portato il numero degli abilitati da 300 a 1.000 cacciatori.

La iniziative della Calabria sono unitarie con quelle di altre regioni italiane nel confronto con il Governo e volte alla ridefinizione della attuali normative. Ci sono diverse visioni tra Ministero dell’Ambiente e quella dell’Agricoltura che stanno rallentando un pò le attività che invece per far fronte alle emergenze dovrebbero essere più snelle.

 

riserva di caccia il passeggere