CONFERENZA STATO REGIONI: OK PER LA CACCIA ALLA TORTORA

Negli ultimi giorni era possibile prevedere una positiva tendenza, anche dopo che le perplessità della Regione Calabria erano rientrate.

La Conferenza Stato-Regioni ha trovato l’unanimità sulla questione della caccia alla tortora e del Piano Nazionale di gestione.

La richiesta del Ministero era posizionata sulla non cacciabilità e quindi la conseguente esclusione dai calendari venatori per la prossima stagione. Secondo ciò che è emerso dalla Conferenza Stato-Regioni, la tortora selvatica sarà cacciabile pur con le limitazioni prevedibili per una specie in difficoltà.

La tortora quindi sarà presente nei calendari venatori, anche con la possibilità di inserirla in preapertura, per un massimo di tre giornate di caccia e ed un prelievo giornaliero di 5 capi, per un totale per ogni cacciatore di 15 capi a stagione.

FIDC in una nota ha commentato positivamente “L’Europa infatti non ha chiesto di non cacciare la tortora selvatica, ma di farlo alla luce di un piano di gestione che tenga conto delle difficoltà della specie, applicando un prelievo sostenibile.”

Secondo ACR che plaude all’iniziativa, medesimo accordo dovrebbe essere ricercato anche su pavoncella e moriglione.

valle di fiordimonte riserva di caccia