INTESCAMBIO CACCIATORI LAZIO UMBRIA

E’ stato sottoscritto l’accordo di interscambio venatorio per la stagione venatoria 2021/2022 tra le regioni di Lazio ed Umbria per la reciproca mobilità dei cacciatori.

La logica dell’accordo come sempre è quella di realizzare una distribuzione dei cacciatori che risulti il più possibile equilibrata, e per questo sono state definite puntuali quote.

I cacciatori dell’Umbria possono richiedere la residenza venatoria in un ATC del Lazio esercitando la caccia a tutte le specie consentite dal calendario venatorio della Regione Lazio. Sarà anche possibile l’iscrizione ad un ATC del Lazio come secondo ATC. Il tutto nel rispetto delle quote definite.

L’Umbria ha reso disponibili 2950 posti per i cacciatori laziali suddivisi nei tre ATC regionali (o residenza venatoria o secondo ATC). Ha inoltre inserito la possibilità per 10 squadre di cacciatori laziali di esercitare in Umbria la caccia al cinghiale.

I cacciatori umbri possono fruire di 20 giornate di caccia alla selvaggina migratoria in regione Lazio con un sistema di accesso reciproco per un totale di 1200 cacciatori.

La due regioni hanno messo a disposizione il sistema gestionale online per la mobilità per effettuare le prenotazioni.

 

turismo venatorio world caccia europa mondo