SE NE E’ ANDATO UN CACCIATORE D’ECCEZIONE: WILBUR SMITH

SWAROVSKI OPTIK CACCIA

E’ scomparso a ottantotto anni dopo aver affascinato con i suoi romanzi milioni di cacciatori del globo.

Nato in Rodhesia e cresciuto nello Zimbabwe e poi residente a Londra, ha avuto un apprezzamento straordinario per le sue opere che nel mondo sono state vendute in 140 milioni di copie.

Ed in queste copie Wilbur Smith, grande appassionato di caccia, la caccia e la su avventura ce l’ha sempre messa dentro. Ha immesso nei romanzi la sua grande passione mettendola di fatto al centro di ogni romanzo.

In una intervista ad un quotidiano italiano aveva affermato che la caccia è un istinto primordiale dell’uomo ed è una delle leggi della natura. Aveva precisato di essere contrario alla caccia indiscriminata e delle specie a rischio, ma il fatto è che oggi ci sono controlli precisi e la caccia nel programma di protezione della natura.

Un affettuoso saluto a Wilbur Smith dalla redazione di cacciainfiera.it, penne come la sua sono rarissime per l’umanità e l’essere un cantore della caccia ce lo ha reso sempre vicino.