PREDATORI OPPORTUNISTI: LA COMMISSIONE EUROPEA APRE AL CONTROLLO

rizzini fucili da caccia e tiro

Su sollecitazione di alcuni europarlamentari della Lega, la Commissione Europea ha dato risposta positiva nei confronti del controllo delle specie opportuniste.

A darne notizia è il Presidente dell’Intergruppo caccia e biodiversitá Marco Dreosto. L’eurodeputato a fatto sapere che “in considerazione del sensibile aumento delle specie predatrici, con particolare riferimento a quelle che compromettono il successo riproduttivo degli uccelli nidificanti, la CE ci ha informato che intende approcciare prioritariamente la pianificazione delle azioni per le specie, che consentirebbe di affrontare in maniera olistica le principali pressioni e minacce per singole specie”.

Un primo esempio di questo interessante nuovo approccio è dato dal Piano d’azione multispecie per otto trampolieri nidificanti nelle aree prative. Nel Piano viene raccomandate azioni di controllo dei predatori, anche con la possibilità del ricorso alle deroghe, strumento che fa parte dell’ordinamento Europeo.

Le azioni di controllo dei predatori, devono essere intraprese conformemente alle prescrizioni giuridiche della direttiva Uccelli.

La Commissione Europea ha inoltre precisato che qualora emergano carenze sistemiche nel far fronte alle prescrizioni giuridiche in un determinato Stato membro, la Commissione può anche decidere di iniziare un procedimento d’infrazione per garantire l’adozione di misure correttive.

 

Turismo venatorio riserva di caccia umbria