ROBERTO BIANCHI …. IL MIO PENSIERO SULLA CACCIA

Roberto Bianchi, artista del Cadore, la natura la conosce e non poco. Ci scarpina tutto l’anno, vede molti animali selvatici e si impegna in prima persona se c’è da aiutarli a superare momenti difficili. Ma è persona razionale e riportiamo volentieri un suo scritto che aveva affidato ai social.

Quello che non ho mai detto :

Permettetemi una considerazione su un argomento molto caldo e da sempre molto discusso.

“La caccia”.

Non sono un cacciatore, anche se ho frequentato questo ambiente per molti anni.

Ho iniziato ad esporre le mie opere nelle mostre dei trofei nei paesi vicini per poi arrivare in tutta Italia, Germania, Austria, Inghilterra, Francia, USA, Emirati Arabi, ecc….sempre in ambito venatorio. Penso che in questi olte 20 anni aver imparato qualcosa sull’argomento!! Ho frequentato un corso Federcaccia, molto interessante, che mi ha fatto approfondire questo argomento, ho molti libri che trattano di ambiente e natura… Sono andato spesse volte a caccia con clienti per ritrarre poi i dipinti da fare su commissione…..

Sinceramente, non sono diventato cacciatore perché amo vedere gli animali vivi, però, devo anche dire che ci sono cacciatori che amano la natura e la fauna!!! Lo so, sembra un controsenso, ma non lo è!!!!

Ci sono animalisti ed ambientalisti che non fanno altro che fare polemiche e manifestazioni offensive invece di occuparsi della salvaguardia della fauna, poi ci sono cacciatori che meglio sarebbe definirli bracconieri e poi vi sono persone che puliscono boschi, sentieri, fanno censimenti, curano l’ambiente e praticano una caccia regolarizzata e soprattutto con “ETICA”.

ATTENZIONE, con questo non voglio proteggere chi toglie la vita ad un essere vivente, ammetto che io non ne sono capace, ma cerco di rispettare una pratica che esiste da sempre e che è legale.

Se posso aggiungere una mia modesta opinione, provare la caccia fotografica? …stesso contatto con la natura, stesse emozioni, meno lavoro finale, emozione pura.

Ora sono consapevole che che ciò che scrivo scatenerà diverse opinioni, ma vi prego di non essere offensivi.

Ho imparato a rispettare le idee e passioni di tutti, ma non condivido gli estremisti;

Bracconieri e animalisti.

Ps: foraggiare gli ungulati in momenti particolarmente difficili e un dovere!!!

cacciatori; è come dire ad un contadino di non concimare l’orto.

Io aiuto questi esseri perché li amo e se permettiamo loro di vivere diamo loro la possibilità di generare alti simili.