VALLE D’AOSTA: SI TORNA A CACCIARE PERNICE BIANCA E LEPRE VARIABILE

La sospensione della caccia a pernice era iniziata dalla stagione venatoria 2020-2021, adesso nuove possibilità si concretizzano.

Su spinta della Lega VDA e con il supporto dell’Assessore alle risorse naturali, la Giunta Regionale della Valle D’Aosta inserirà all’interno del calendario venatorio 2022-2023 la possibilità di cacciare le specie lepre variabile e pernice bianca.

La sospensione datava 2020 e secondo taluni non era suffragata da nessuno studio scientifico. Essi ritenevano invece che l’azione dei cacciatori fosse utile alla conservazione della specie, sia per il prelievo molto controllato sia per i censimenti che i cacciatori facevano.

I prelievi autorizzati nell’ultima stagione venatoria in cui si era effettuata la caccia erano di 8 capi per la pernice bianca e di 15 capi per la lepre variabile. L’impatto venatorio era quindi da considerare decisamente basso, per due specie che tra l’altro non sono considerate in via d’estizione.

L’Assessore Sapinet ha annunciato il voto favorevole alla riapertura della caccia a pernice bianca e lepre variabile, cosa che consente di dare un segnale favorevole al mondo venatorio regionale, che è parte integrante della tradizione della regione e tanto dà al territorio della Valle d’Aosta.

 

turismo venatorio caccia