LIGURIA: APPROVATO IL PIANO DI CONTROLLO DEL CORMORANO

Il Piano di controllo del cormorano ligure ne prevede l’abbattimento sino a 60 capi in specifiche aree indicate dal piano stesso.

La Giunta regionale della Liguria ha approvato la proposta dell’Assessore a caccia e pesca Alessandro Piana, l’abbattimento selettivo del cormorano che era previsto dal Piano di controllo della specie per il quadriennio 2019-2023.
L’abbattimento previsto al momento per 60 capi, in specifiche zone indicate dal Piano di controllo. L’abbattimento potrà essere realizzato entro il 15 marzo 2021.

Regione Liguria ha ottenuto il parere favorevole di Ispra. E’ il secondo anno consecutivo di attuazione del Piano in Regione. La finalità è quella. Pur essendo specie protetta, di limitare l’eccessiva proliferazione onde ridurre i danni arrecati alle popolazioni ittiche di acqua dolce.

Alessandro Piana ha precisato che il cormorano è ormai da anni una presenza stabile in Liguria ma va controllato il suo impatto sugli habitat delle altre specie. Il numero di capi da abbattere è stato calcolato sulla base del censimento svolto nell’ambito del progetto IWC (International Waterbird Census) sviluppato da Ispra. L’attività potrà essere svolta solo dagli agenti del Nucleo regionale di vigilanza faunistico-ambientale e da guardie venatorie volontarie, secondo quanto previsto dalla legge regionale.