LE SPECIE CACCIABILI DEL PIEMONTE. SI DISCUTE.

C’è una sorta di disputa tra la Giunta Regionale del Piemonte che vuole reintrodurre ben 15 specie cacciabili e alcune associazioni ambientaliste piemontesi.

Iniziamo dalle specie di fauna oggetto del contendere. Queste appartengono sia alla fauna migratori che stanziale e sono fischione, canapiglia, mestolone, codone, marzaiola, folaga, porciglione, frullino, pavoncella, combattente, moriglione, allodola, merlo, pernice bianca, lepre variabile.

La Giunta Regionale intende realizzare il suo operato abrogando il comma 5 dell’art. 2 della legge Regionale del Piemonte n. 5 del 19 giugno 2018 e reincludere di fatto le suddette specie tra le specie cacciabili da inserire nel calendario venatorio.

Il Tavolo Animali & Ambiente, che raggruppa 19 associazioni animaliste piemontesi, chiede invece la conferma del comma e che le specie selvatiche sopracitate non ritornino ad essere cacciabili.