ANCORA VALLE DELLA CANNA E CACCIATORI

riserva di caccia il passeggere

La zona protetta della Valle della Canna localizzata in provincia di Ravenna di nuovo alla ribalta; dopo la moria di avifauna dello scorso anno i cacciatori romagnoli sono intervenuti regimando le acque, al fine di evitare, almeno per il momento l’insorgere di nuove epidemie.

Dante Gianstefani, Presidente Provinciale Federcaccia di Ravenna ha dichiarato che “la valle è soggetta al repentino prosciugamento delle acque durante la calura estiva e questo fenomeno potrebbe generare pericolose proliferazioni di patogeni. Alcuni cacciatori della zona si erano accorti del drastico calo di livello dell’acqua e abbiamo immediatamente comunicato la cosa ai Carabinieri Forestali. Fortunatamente è stata tempestivamente immessa acqua fresca e pulita proveniente dal fiume Reno tramite la condotta del petrolchimico all’uopo ristrutturata e la situazione è tornata in condizioni ambientali accettabili”.